Risotto Alla Melagrana

Porzioni:6

Ingredienti

350 G Riso

1 Cipolla Bianca

Olio D’oliva Extra-vergine

50 G Speck

1 Bicchiere Vino Bianco Secco

150 Cl Brodo Vegetale

1 Melagrana Di 450 G

20 G Burro

Formaggio Parmigiano Grattugiato

Sale Pepe Bianco

Preparazione Ricavare i chicchi dalla melagrana, cercando di eliminare i filamenti biancastri. Tritare la cipolla e farla stufare dolcemente in poco olio. Aggiungere un mestolo di brodo e lasciar asciugare a fuoco dolce. Unire lo speck a filetti minuscoli e far insaporire per qualche istante. Calare il riso nel fondo di cipolla e speck, tostarlo per un paio di minuti a fuoco vivace rigirandolo col cucchiaio di legno, quindi sfumare col vino. Portare a cottura il risotto come d’abitudine. Qualche minuto prima di togliere il tegame dal fuoco, unire i chicchi di melagrana. Spegnere la fiamma, insaporite con una macinata di pepe e mantecate con burro e parmigiano. Tenete da parte qualche chicco di melagrana per decorare: facile e di grande effetto visivo, il piatto si presta per le occasioni eleganti.

  • Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise
    Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]
  • Pasta dorata al forno dell’antica trattoria molisana Italia paese mio
    Ingredienti per 6 persone: 450 g di pasta 100 g di burro 100 g di parmigiano reggiano grattugiato 1 bicchiere di latte 2 uova noce moscata sale e pepe Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatele al dente. Condite la pasta con burro e parmigiano reggiano grattugiato e spolverate con pepe e noce […]
  • Pasta fresca al ragù rustico dell’antica trattoria molisana Italia paese mio
    Ingredienti per 6 persone: 450 g di fusilli freschi 500 g di pomodoro 300 g di polpa di manzo 200 g di cipolla 80 g di olio extravergine di oliva 1 cucchiaino di paprika 2 spicchi di aglio una manciata di prezzemolo sale In un tegame scaldate l’olio, con la cipolla e l’aglio tritati, poi […]
  • Spaghetti con i carciofi del contadino molisano
    SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]
  • Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano
    Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Gli arancini- sono grandi palline di riso dorate riempite con una gustosa combinazione di ingredienti al centro. Queste palline sono particolarmente apprezzate in Sicilia. I ripieni includono spesso ragù con piselli, prosciutto essiccato, formaggi come mozzarella e pecorino, pomodori o capperi secchi.

Gli arancini sono grandi palline di riso dorate riempite con una gustosa combinazione di ingredienti al centro. Queste palline sono particolarmente apprezzate in Sicilia. I ripieni includono spesso ragù con piselli, prosciutto essiccato, formaggi come mozzarella e pecorino, pomodori o capperi secchi.

Le palline vengono rotolate nel pangrattato e fritte in olio bollente, sviluppando il caratteristico colore dorato della parte esterna. Una teoria popolare afferma che il piatto sia stato inventato nel X secolo durante il dominio Kalbid della Sicilia. Il nome del piatto deriva dalla parola italiana per arancia, arancia, che si riferisce alle somiglianze nell’aspetto visivo e nel colore.

Caldi, deliziosi e oleosi, gli arancini si possono spesso trovare in tutto il sud Italia in numerosi carretti stradali. Ogni anno, il 13 dicembre, c’è una festa di Santa Lucia a Palermo, quando la città si riempie di chioschi e carri che vendono queste prelibatezze aromatiche preparate appositamente per la festa.

Durante le vacanze c’è anche una versione dolce del piatto, spolverata di cacao e zucchero.

Ingredienti e preparazione

Riempo una pentola capiente con 2,5 litri di l’acqua, aggiungo 20 gr di dado,20 gr di sale, 200 gr di burro e 2 bustine di zafferano.

Quando l’acqua comincia a bollire, aggiungo 1 kg di riso, mescolo e aspetto che riprenda il bollore. Mescolo una seconda volta, abbasso il fuoco e faccio asciugare lentamente tutta l’acqua. Appena l’acqua si sarà asciugata, rovescio il contenuto della pentola in una teglia.

Nel frattempo preparo il ragu’. La farcia dell’arancino può essere realizzata con il classico ragù, ma si può anche optare per besciamella e funghi, besciamella e prosciutto, besciamella e spinaci. Potete sbizzarrirvi, l’importante è che il condimento sia ben asciutto e denso. Si sconsiglia l’aggiunta di uovo nel riso.

Dò la forma di piramide all’arancino e lo riempo a piacere. Dopo aver sformato l’arancino, questo va passato in una pastella leggera (lega), fatta da acqua, farina e un uovo (piuttosto liquida) e poi nel pangrattato.

Gli arancini sono così pronti per la frittura. Faccio in modo che gli arancini vengano completamente sommersi dall’olio,li faccio imbiondire ed appena avranno assunto quel bel colore dorato,li tiro fuori e li faccio intiepidire su della carta assorbente. Buon appetito!

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise

Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Frittele di riso

A PROPOSITO DI NOI

Benvenuti in Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Melanzane ripiene(chiene)ricetta antica Calabrese

Ingredienti per 4 persone 800 g di melanzane senza semi 150 g di pane raffermo 80 g di grana grattugiato 300 g di carne macinata mista vitello-maiale 120 g di provola o caciocavallo 1 l di passata di pomodoro 40 g di burro 2 uova olio extravergine d’oliva basilico aglio sale zucchero Per prima cosa […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Riso con la verza

1/2 verza
180 gr di riso
1 cipolla bianca piccola
3/4  cucchiai di olio
2 lt di brodo vegetale
(che potete sostituire con acqua
sale
30 gr di parmigiano

Prima di tutto lavare la verza, affettarla e ridurla in pezzettini molto fini e sottili.

Tritare finemente la cipolla, soffriggere in un tegame grande con l’olio. aggiungere la verza , girare e lasciare rosolare 1 minuto.

Aggiungere quindi acqua o brodo fino a coprire completamente la verza

Abbassare il fuoco, coprire con un coperchio e lasciare stufare per 1 h circa il tempo dipende dal tipo di verza e dalla durezza delle foglie. Se le foglie sono dure ci potrebbero volere anche 2 h.

Durante questo tempo aggiungete acqua se la verza l’ha assorbita tutta, schiacciate con una forchetta per rendere il composto cremoso. A questo punto se gradite aggiungete la scorza di parmigiano.

Infine aggiungere il riso. un pochino d’acqua e lasciate cuocere completamente, il tempo necessario che il riso cuocia al dente!

Coniglio (Cunigghiu) alla stimpirata cucina siciliana antica

Questo nome evocativo si potrebbe tradurre in italiano con “in agrodolce”, una modalità antica e semplice con la quale le famiglie contadine preparavano il coniglio nell’entroterra siciliano, quando praticamente in ogni casa c’erano animali da cortile di piccola taglia. Con la minor diffusione di questi piccolissimi allevamenti familiari si sono perse allo stesso tempo molte ricette come questa.

Gelatina di maiale ricetta antica molisana

Ingredienti per 4 persone 1 musetto 2 piedini di maiale 2 orecchie di maiale 2 cucchiai di aceto di vino bianco 2 cucchiai di vino cotto 50 g di cioccolato fondente tritato al coltello la scorza di 1 arancia 50 g di pinoli olio sale Mettere a bollire in una pignatta orecchie, piedi e muso […]