Pasta alla carbonara

Spaghetti alla carbonara per scatenare l’applauso dei vostri familiari un classico primo piatto sostanzioso che riscuote sempre grande successo la carbonara genita di questo piatto è rivendicata da molte località italiane paese di Carbonara divenuto nel 1928 quartiere di Bari la cui avrebbe preso direttamente il nome

Ingredienti per 4 persone spaghetti G 400 pancetta affumicata a fette grammi 180 uova pecorino romano grattugiato G 100 La vergine di oliva sale e pepe

in una ciotola sbattete le uova unite metà del pecorino continuate a sbattere aggiungete un pizzico di sale in una padella con l’olio e rosolate la pancetta tagliuzzata fino a quando si diventa croccante siete la pasta in acqua salata al dente trasferitela nella padella amalgamatela sul fuoco per qualche minuto il fuoco spostato le uova battute mescolate e servite la preparazione del piatto da portata con il pecorino di massa il prezzemolo tritato e un pizzico di pepe

Pecorino molisano fritto(Antipasti)(Antipasti caldi)🇮🇹

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

Preparate una pastella sbattendo bene 2 uova, e incorporandovi 50 g di farina, avendo cura che non si formino grumi, il sale e il pepe, ed eventualmente un goccio di acqua.

Tagliate 200 g di formaggio pecorino Molisano non ancora stagionato a fette non troppo sottili e mettetelo nella pastella.

Mettete in una padella abbastanza olio per friggere perché le fette di formaggio ne risultino coperte, portatelo a temperatura e friggete le fette di formaggio molto velocemente.

ULTIMI ARTICOLI

Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise

Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Spaghetti quadrati cacio e pepe(Primi piatti)(Pasta secca) 🇮🇹

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Metto sul fuoco una pentola con 1,8 litri di acqua leggermente salata,la porto a ebollizione e ci butto 500 g di spaghetti quadrati.

La faccio cuocere come se si trattasse di un risotto, mescolo ininterrottamente, badando che alla fine, quando è al dente, resti un po’ di acqua di cottura. In caso contrario, aggiungo un mestolino.

A questo punto tolgo dal fuoco, getto 150 g di pecorino romano e giro vigorosamente con un mestolo di legno, in modo da mantecare la pasta creando un’emulsione fra i liquidi e i grassi del formaggio.

Riscaldo brevemente su fiamma , spolverizzando coni abbondante pepe nero di mulinello e servo subito.

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Melanzane ripiene(chiene)ricetta antica Calabrese

Ingredienti per 4 persone 800 g di melanzane senza semi 150 g di pane raffermo 80 g di grana grattugiato 300 g di carne macinata mista vitello-maiale 120 g di provola o caciocavallo 1 l di passata di pomodoro 40 g di burro 2 uova olio extravergine d’oliva basilico aglio sale zucchero Per prima cosa […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Polpette di pane e formaggio Pecorino Molisano 🇮🇹

Ingredienti per 4 persone: 400 g di mollica di pane raffermo prezzemolo q.b. 4 uova olio extravergine di oliva 100 g di Pecorino Molisano sale q.b. aglio q.b. pepe q.b.

In una ciotola versare tutti gli ingredienti e impastare. Versare abbondante olio in una padella e quando questo è ben caldo prendere con un cucchiaio l’impasto ricavandone delle piccole polpette e friggerle. Servirle calde

ULTIMI ARTICOLI

Coniglio (Cunigghiu) alla stimpirata cucina siciliana antica

Questo nome evocativo si potrebbe tradurre in italiano con “in agrodolce”, una modalità antica e semplice con la quale le famiglie contadine preparavano il coniglio nell’entroterra siciliano, quando praticamente in ogni casa c’erano animali da cortile di piccola taglia. Con la minor diffusione di questi piccolissimi allevamenti familiari si sono perse allo stesso tempo molte ricette come questa.

Gelatina di maiale ricetta antica molisana

Ingredienti per 4 persone 1 musetto 2 piedini di maiale 2 orecchie di maiale 2 cucchiai di aceto di vino bianco 2 cucchiai di vino cotto 50 g di cioccolato fondente tritato al coltello la scorza di 1 arancia 50 g di pinoli olio sale Mettere a bollire in una pignatta orecchie, piedi e muso […]

Capitone natalizio all’alloro ricetta molisana

Ingredienti per 4 persone 1 capitone da circa 1 kg il succo di 4 limoni 3 cucchiai di olio 3 spicchi d’aglio foglie d’alloro Spellare il capitone. Fare un’incisione intorno al collo, quindi con l’aiuto di un telo da cucina tirate la pelle fino alla coda. Eviscerare, lavare bene e tagliare il capitone a pezzi […]

Capracotta La Pezzata (prima domenica di agosto)

l vivido legame tra Capracotta e la sua tradizione pastorale rivive nella “Pezzata”, sagra dell’agnello alla brace e della pecora bollita con erbe aromatiche, attualmente una delle più importanti manifestazioni che animano l’estate molisana e che si tiene annualmente la prima domenica di agosto nella splendida cornice del pianoro di Prato Gentile richiamando migliaia di […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Sagnitelle con olio e pecorino stagionato 🇮🇹

Ingredienti per 6 persone:

Grattugio 150 g di pecorino Stagionato con una grattugia a fori grossi e lo metto in una terrina.

Aggiungo una spolverata di pepe nero appena macinato e incorporo mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, mescolando fino a ottenere un composto omogeneo.

Lesso 500 g di sagnitelle in acqua leggermente salata e le verso nella ciotola con il condimento.

Rigiro con cura e servo subito.

Laganelle al burro caldo e pecorino 🇮🇹

Lesso 500 g di laganelle in abbondante acqua salata.

In un tegamino metto 150 g di burro a scaldare accanto al fuoco, non sopra, lasciandolo sciogliere senza cuocere.

Unisco al burro sciolto 150 g di pecorino grattugiato e mescolo bene.

Condisco la pasta appena scolata al dente e servo subito.

Pecorino di Capracotta

I Monti del Matese sono ricchi di prodotti tipici legati alla pastorizia. Uno di questi è il pecorino, fatto dagli allevatori mentre il gregge si dirigeva verso il pascolo montano. Prodotto con latte di pecore di razza pagliarola, ha una crosta di colore marrone chiaro, dura e compatta, segnata dalle righe dai canestri, su cui si trovano le muffe. La pasta è abbastanza dura, di colore bianco o avorio, mentre il sapore varia secondo la stagionatura (dai 3 mesi ad un anno). Viene consumato come formaggio da tavola.

Di origini antiche, probabilmente risalente ai sanniti, la produzione di pecorino di Capracotta abbraccia i comuni di Capracotta, Agnone, Carovilli, Vastogirardi, San Pietro Avellana, Pescopennataro, tutti in provincia di Isernia. La crosta è dura e rugosa, di colore paglierino o marrone chiaro secondo la stagionatura. La pasta è dura, untuosa e compatta, di colore paglierino, e il sapore diventa sempre più piccante man mano che riposa. Viene consumato fresco, ma spesso anche fritto, dopo averlo passato velocemente nella farina.