La focaccia genovese

La focaccia genovese per una teglia da 25 x 35 cm 300di farina 0

175 ml di acqua

15 grammi di lievito di birra

20 ml di olio extravergine di oliva

un cucchiaio di malto o miele

7 grammi di sale

Emulsione

2 ml di acqua

30 ml di olio extravergine di oliva

sale grosso

prepara è in una ciotola capiente versa l’acqua poi aggiungi il sale il malto e l’olio unisci quindi metà della farina e inizia a impastare nel frattempo sciogliere il lievito in un po’ di acqua e aggiungilo all’impasto lavora il tutto e poi Unisci la farina restante Continua a lavorare l’impasto fino a ottenere una consistenza omogenea a questo punto trasferisci il panetto ottenuto su una spianatoia forma una palla poi copri con un telo e fai riposare per un quarto d’ora circa Quindi procedi a fare delle pieghe in modo da rendere l’impasto più forte poi Poni l’impasto su una teglia oleata copri nuovamente con il telo e fai lievitare per 2 ore stendi nella teglia con le mani schiacciandola per ricoprire tutta la teglia fai delle fossette con i polpastrelli poi fa lievitare per 30 circa minuti.Prepara un’emulsione fatta con olio acqua e versa su tutta la superficie della focaccia il sale grosso tritato inforna in forno già caldo a 230 gradi e cuoci per 15 minuti di cottura

Le l’origine genovese

conosciuta come a fugassa è una specialità tipica della Cucina Ligure si tratta di una specie di pane piatto alto al massimo 2 cm che prima dell’ultima lievitazione viene spennellato con una emulsione o composta da olio extravergine di oliva acqua e sale le origini della focaccia genovese risalgono alla notte dei tempi si narra che nel XVI secolo venisse consumata durante i matrimoni e più In generale durante la funzione di in chiesa fare infatti che durante i matrimoni fosse offerto dagli sposi in segno di ringraziamento

  • Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise
    Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]
  • Pasta dorata al forno dell’antica trattoria molisana Italia paese mio
    Ingredienti per 6 persone: 450 g di pasta 100 g di burro 100 g di parmigiano reggiano grattugiato 1 bicchiere di latte 2 uova noce moscata sale e pepe Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatele al dente. Condite la pasta con burro e parmigiano reggiano grattugiato e spolverate con pepe e noce […]
  • Pasta fresca al ragù rustico dell’antica trattoria molisana Italia paese mio
    Ingredienti per 6 persone: 450 g di fusilli freschi 500 g di pomodoro 300 g di polpa di manzo 200 g di cipolla 80 g di olio extravergine di oliva 1 cucchiaino di paprika 2 spicchi di aglio una manciata di prezzemolo sale In un tegame scaldate l’olio, con la cipolla e l’aglio tritati, poi […]
  • Spaghetti con i carciofi del contadino molisano
    SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]
  • Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano
    Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Ricetta del Pane 🍞

Pane comune 1 kg di farina 400 grammi di acqua 50 grammi di lievito 20 grammi di sale 10 grammi di malto o miele o zucchero

Da te quindi forma ha un unico pane di grossa pezzatura o ha più panini di piccole dimensioni quella di pane comune è una denominazione ormai desueta una volta era uno dei pene che entrava nel calmiere della spesa e il cui prezzo era imposto dallo Stato

Posizionate la farina a Fontana sulla spianatoia e Aggiungete quindi il lievito precedentemente sciolto in poca acqua tiepida filmato l’olio e il sale anch’esso disciolto in acqua procedete ad amalgamare gli ingredienti con cura e senza fretta aggiungendo l’acqua poco alla volta in modo da ottenere un impasto morbido vellutato non appiccicoso omogeneo GLI INGREDIENTI devono essere lavorati Con il palmo delle mani così da incorporare più aria possibile ottenuta la giusta consistenza la pasta di impasto prosegue per 15-30 minuti dipende molto anche dalla temperatura del luogo in cui si lavora manipolando battendo complimento con i pugni delle mani e distendendo e ripiegando su se stessa la pasta al termine dell’impasto avrà cambiato consistenza diventando morbido elastico e malleabile qualora si aggiungono sale e ingredienti diversi questi si devono amalgamare alla fine inserendoli a pezzi piccoli se si utilizzano semi di finocchio sesamo papavero conviene toscani di prima al forno caldo per 5 minuti a 180-200 gradi per esaltarne il sapore i panni che risultano ricoperti di semini sono invece state fatte a rotolare sopra di questi una volta formate spennellati con la dell’acqua dopo l’impasto il pane si lascia riposare per la prima lievitazione minimo mezz’ora in un luogo non secco dove ci sia una certa percentuale di umidità si può anche porlo in una terrina infarinata e ricoprirla con la pellicola uno straccio bagnato Perché non passi aria e la lievitazione occorre che nell’ambiente in cui viene fatto riposare la temperatura al sia Preferibilmente di 25 gradi per una vitalità dei lieviti se la temperatura fosse più fresca meglio spostare l’impasto ti basto bello e dargli la forma desiderata A questo punto si lascia riposare nuovamente il pane per la seconda lievitazione precauzioni della prima volta per un tempo variabile da 1 a 2 ore a seconda della temperatura del locale qualora lo si mette subito in forno la Tosta esterno si potrebbe seccare e ciò limiterebbe la giusta lievitazione dell’impasto dopo tempo debito procedete alla cottura del pane in forno preriscaldato a 220 gradi per circa 25 minuti volendo sapere con precisione se è cotto verificare la temperatura interna alla forma con un apposito termometro dovrà essere di circa 96 gradi centigradi

  • Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise
    Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]
  • Pasta dorata al forno dell’antica trattoria molisana Italia paese mio
    Ingredienti per 6 persone: 450 g di pasta 100 g di burro 100 g di parmigiano reggiano grattugiato 1 bicchiere di latte 2 uova noce moscata sale e pepe Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatele al dente. Condite la pasta con burro e parmigiano reggiano grattugiato e spolverate con pepe e noce […]
  • Pasta fresca al ragù rustico dell’antica trattoria molisana Italia paese mio
    Ingredienti per 6 persone: 450 g di fusilli freschi 500 g di pomodoro 300 g di polpa di manzo 200 g di cipolla 80 g di olio extravergine di oliva 1 cucchiaino di paprika 2 spicchi di aglio una manciata di prezzemolo sale In un tegame scaldate l’olio, con la cipolla e l’aglio tritati, poi […]
  • Spaghetti con i carciofi del contadino molisano
    SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]
  • Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano
    Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Pancotto con fave e cicorie🇮🇹

Ingredienti

 2 persone

  1. 125 g fave secche
  2. 2 mazzetti di cicorie
  3. Olio
  4. Sale
  5. Aglio
  6. Olive nere
  7. qb Pane raffermo

Passaggi

  1. Mettere a bagno le fave tolte il nasello per 12 ore in abbondante acqua fredda
  2. Scolare le fave e metterle in una pentola e coprire con abbondante acqua fredda. Portare a bollore, schiumare e lasciare cuocere a fuoco lento per 1 ora e 1\2 circa. Salare a fine cottura
  3. Sbollentare le cicorie cambiando più volte l’acqua per perdere l’amaro
  4. Soffriggere olio e aglio, aggiungere le cicorie e le fave con l’acqua di cottura. Lasciare cuocere per 10\15 minuti. Aggiungere le olive nere e il pane raffermo a pezzetti. Olio extravergine di oliva a crudo

Pane con i ciccioli di maiale 🇮🇹

Ingredienti per una dose 400 g di farina “0” 200 g di farina di mais 30 g di lievito di birra 400 ml di latte 15 g di sale 50 g di strutto 100 g di ciccioli 1 cucchiaino di zucchero semolato (facoltativo)

Lavorare un primo impasto con circa un terzo di farina bianca impastata con il lievito di birra disciolto nell’acqua tiepida (si può aggiungere nell’acqua anche un cucchiaino raso di zucchero semolato). Lasciar lievitare questo primo impasto sulla spianatoia fino a che il volume sarà raddoppiato. Mescolare la restante farina con quella di mais, aggiungere sale, lo strutto e incorporare all’interno il morbido panetto lievitato, aggiungendo a esso le nuove parti solide, dall’interno verso l’esterno, rendendo ben omogeneo questo nuovo impasto. Una volta che l’impasto sarà perfettamente omogeneo, inserire i ciccioli di maiale tagliati molto piccoli, quindi formare due filoncini e lasciar di nuovo raddoppiare il volume (1 ora-1 ora e mezza) in una teglia unta oppure ricoperta di carta forno. A lievitazione ultimata inserire nel forno preriscaldato a 200 °C per circa 20 minuti.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise

Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

La ciabatta-leggera, croccante all’esterno e porosa all’interno, la ciabatta è un pane italiano onnipresente la cui forma ovale e leggermente allungata ricorda una pantofola. La sua preparazione richiede molto tempo e abilità, ma il risultato vale lo sforzo. Il primo passo è preparare la biga o poolish, un impasto iniziale a base di lievito di birra, un po ‘di acqua tiepida e farina di grano bianco.🇮🇹

Leggera, croccante all’esterno e porosa all’interno, la ciabatta è un pane italiano onnipresente la cui forma ovale e leggermente allungata ricorda una pantofola. La sua preparazione richiede molto tempo e abilità, ma il risultato vale lo sforzo. Il primo passo è preparare la biga o poolish, un impasto iniziale a base di lievito di birra, un po ‘di acqua tiepida e farina di grano bianco. La ricetta originale richiede una farina speciale Uno Natura, ma le ricette per la ciabatta fatta in casa suggeriscono di utilizzare la miscela di farina Manitoba e farina italiana tipo 00, che sono responsabili di un impasto con extra elasticità. L’impasto iniziale ha bisogno di fermentare dalle 12 alle 24 ore a temperatura controllata, dopodiché si aggiungono la farina rimanente, lo zucchero, il sale e l’acqua. L’impasto viene piegato delicatamente e lasciato lievitare ripetutamente durante la lavorazione, in questo modo si riempie di bollicine che sono la caratteristica principale della ciabatta. La ciabatta non richiede grasso o uova aggiuntive, ma l’acqua può essere parzialmente sostituita con il latte, il che porta a una variante chiamata ciabatta al latte. Facoltativamente, è possibile aggiungere altre spezie e ripieni, come olive, noci, capperi, erbe e pancetta. A causa dell’elevata percentuale di acqua, intorno al 70%, l’impasto per una ciabatta è più appiccicoso e umido di altri impasti di pane, motivo per cui l’errore più comune è l’aggiunta di farina extra. Dopo che l’impasto è finito, viene diviso in ciabatte separate e lasciato lievitare un’ultima volta, quindi cotto in un forno molto caldo e al vapore. Il vapore viene rilasciato a metà cottura, che aiuta a formare una crosta croccante. Una ciabatta finita può avere un peso compreso tra 120 e 300 grammi, è perfetta per i panini e può essere servita con formaggi italiani, olive e prodotti a base di carne.

STORIA
Anche se sembra abbastanza rustico e radicato nel cuore stesso della cucina italiana, la verità è che la ciabatta è un’invenzione relativamente moderna. È stato sviluppato nel 1982 in Veneto da Arnaldo Cavallari; un ex pilota di rally diventato fornaio, il cui obiettivo era ricordare ai suoi connazionali che i francesi non erano l’unica nazione che sapeva fare il pane di buona qualità. Il nome ciabatta si traduce come pantofola, alla cui forma ricorda. Cavallari ha protetto i nomi di ciabatta natura, ciabatta italiana e ciabatta polesana, ma ha condiviso volentieri la sua esperienza con i fornai di tutto il mondo attraverso la sua Accademia del Pane. Di conseguenza, la ciabatta originale è disponibile in Africa, Nord e Sud America, Australia e Asia.

la sua ricetta è stata adattata dal blog di viaggio TripLuca.com e fornisce il metodo autentico esposto in un panificio di proprietà di Arnaldo Cavallari, l’inventore della ciabatta. Le quantità sono elevate poiché sono destinate alla produzione di prodotti da forno, ma possono essere facilmente ridotte per una preparazione casalinga.

INGREDIENTI 35 min
PER LA PASTA DI PRIMA
10 kg di farina Uno Natura
5 l di acqua
25 g di lievito di birra
PER LA PASTA
100 g di zucchero
2 l d’acqua
250 g di sale
1 Inizia preparando l’impasto iniziale mescolando farina, acqua e lievito con uno sbattitore elettrico regolato alla velocità minima per 5 minuti.
2 Coprire con un foglio di plastica e lasciare lievitare a temperatura ambiente (23-25 ​​° C) per 16-22 ore.
3 Aggiungere lo zucchero e il sale e versare gradualmente l’acqua nell’impasto iniziale. Mescolare con un accessorio per impastare per 5 minuti alla velocità minima. Quindi, mescolare per altri 8-10 minuti a velocità media. La temperatura dell’impasto finale dovrebbe essere compresa tra 25 e 27 ° C, che può essere raggiunta regolando la temperatura dell’acqua.
4 Mettere l’impasto in una ciotola ben oliata e lasciar riposare per 30-40 minuti.
5 Trasferire l’impasto su un piano di lavoro ben infarinato e tagliarlo a pezzi da 300 grammi. Lasciar lievitare per 1 ora senza coprire.
6 Posizionare le ciabatte sulle teglie. Cuocere ad alta temperatura per 30-35 minuti. Inumidisci il forno con un po ‘d’acqua. A metà cottura aprire le valvole che rilasciano vapore dal forno, oppure lasciare leggermente socchiusa la porta del forno.
7 Se usate un forno elettrico, durante la prima metà della cottura la temperatura dovrebbe essere più alta nella parte inferiore. Quindi, quando rilasci il vapore, regola la temperatura in modo che il calore sia più forte nella parte superiore, così la crosta diventa croccante e dorata.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blo

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

g abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Melanzane ripiene(chiene)ricetta antica Calabrese

Ingredienti per 4 persone 800 g di melanzane senza semi 150 g di pane raffermo 80 g di grana grattugiato 300 g di carne macinata mista vitello-maiale 120 g di provola o caciocavallo 1 l di passata di pomodoro 40 g di burro 2 uova olio extravergine d’oliva basilico aglio sale zucchero Per prima cosa […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Pane caciotta e mortadella al forno

Ingredienti e preparazione per quattro persone:

Ungo un tegame da forno e ci dispongo 400 g di pane raffermo tagliato a fette sovrapponendo leggermente le fette.

In una terrina lavoro 4 uova con il sale, il pepe, 250 g di latte, 2 cucchiai di farina, 150 g di caciotta tagliata a dadini e 150 g di mortadella tagliata a listarelle.

Verso il composto ottenuto sul pane e lascio riposare per qualche ora.

Faccio cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Coniglio (Cunigghiu) alla stimpirata cucina siciliana antica

Questo nome evocativo si potrebbe tradurre in italiano con “in agrodolce”, una modalità antica e semplice con la quale le famiglie contadine preparavano il coniglio nell’entroterra siciliano, quando praticamente in ogni casa c’erano animali da cortile di piccola taglia. Con la minor diffusione di questi piccolissimi allevamenti familiari si sono perse allo stesso tempo molte ricette come questa.

Gelatina di maiale ricetta antica molisana

Ingredienti per 4 persone 1 musetto 2 piedini di maiale 2 orecchie di maiale 2 cucchiai di aceto di vino bianco 2 cucchiai di vino cotto 50 g di cioccolato fondente tritato al coltello la scorza di 1 arancia 50 g di pinoli olio sale Mettere a bollire in una pignatta orecchie, piedi e muso […]

Capitone natalizio all’alloro ricetta molisana

Ingredienti per 4 persone 1 capitone da circa 1 kg il succo di 4 limoni 3 cucchiai di olio 3 spicchi d’aglio foglie d’alloro Spellare il capitone. Fare un’incisione intorno al collo, quindi con l’aiuto di un telo da cucina tirate la pelle fino alla coda. Eviscerare, lavare bene e tagliare il capitone a pezzi […]

Capracotta La Pezzata (prima domenica di agosto)

l vivido legame tra Capracotta e la sua tradizione pastorale rivive nella “Pezzata”, sagra dell’agnello alla brace e della pecora bollita con erbe aromatiche, attualmente una delle più importanti manifestazioni che animano l’estate molisana e che si tiene annualmente la prima domenica di agosto nella splendida cornice del pianoro di Prato Gentile richiamando migliaia di […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

La Michetta

Michetta è un pane bianco italiano tradizionale caratterizzato dalla sua forma rotonda e bulbosa, dalla crosta dura e da una consistenza ariosa e leggermente cava dell’interno. Si ritiene che la michetta sia stata inventata in Lombardia durante il periodo della dominazione austriaca.

A quel tempo, i funzionari che si trovavano in Lombardia portavano con sé piatti tradizionali austriaci, tra cui il Kaisersemmel, un panino rotondo croccante. Il pane si è rivelato troppo morbido e gommoso per la gente del posto, che ha poi cercato di creare un panino simile con un centro leggermente cavo che sarebbe rimasto croccante più a lungo.

Si ritiene che il nome michetta, che inizialmente significava mollica, derivi da micca, un termine locale che un tempo era usato per Kaisersemmel. Il pane è meglio servito fresco, ed è tipicamente farcito e gustato come panino. Può essere abbinato a qualsiasi cosa, dal pesto alla mozzarella al prosciutto.

Le versioni della michetta sono a volte indicate come bignè, rosetta o stellina. Nel 2007 alla michetta è stata ufficialmente riconosciuta la denominazione di origine comunale che la qualificava come un prodotto gastronomico tradizionale della regione.

A PROPOSITO DI NOI

Benvenuti in Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@blancomicheleantoniomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Pancotto e fagioli dell’antica trattoria Italia paese mio

Ingredienti per 4 persone: 250 g di pane raffermo 200 g di passata di pomodoro 250 g di fagioli già cotti 1 costa di sedano 3 cucchiai di olio extravergine di oliva 1 piccola cipolla 2 spicchi di aglio sale Nella prima fase prendere una pentola larga e bassa, soffriggere gli spicchi di aglio nell’olio […]

Zuppa di fave molisana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 1 L DI ACQUA 500 G DI FAVE 300 G DI COTICHE DI MAIALE 2 CIPOLLE 100 G DI LARDO O DI PANCETTA 1 CUCCHIAIO DI CONSERVA DI POMODORO 1 PEPERONCINO PICCANTE E SALE Mettete a bagno le fave secche almeno un giorno e una notte prima di cucinarle. Ponetele in una […]

Zuppa di fagioli e patate ricetta invernale

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 300 G DI FAGIOLI 2 PATATE UN CIUFFO DI BASILICO UN CIUFFO DI PREZZEMOLO 2 FOGLIE DI ALLORO 1 RAMETTO DI TIMO 50 G DI BURRO CROSTINI DI PANE SALE E PEPE Mettete a bagno i fagioli nell’acqua la sera precedente. Fateli lessare in quella stessa acqua, unendovi anche le patate sbucciate […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.