Il cardone o zuppa di cardi è una zuppa tradizionale italiana originaria della Campania. È preparato con cardi (cardi di carciofi) come ingrediente chiave, insieme a farina, burro, olio d’oliva, brodo, uova, formaggio grattugiato e condimenti.🇮🇹

Il cardone o zuppa di cardi è una zuppa tradizionale italiana originaria della Campania. È preparato con cardi (cardi di carciofi) come ingrediente chiave, insieme a farina, burro, olio d’oliva, brodo, uova, formaggio grattugiato e condimenti.

I cardi vengono scottati in acqua e farina, scolati, quindi ricoperti di burro e olio d’oliva e saltati. Si aggiungono poi gli altri ingredienti per la zuppa, che termina rompendo un uovo in ogni ciotola da portata, quindi rimescolando con Parmigiano Reggiano grattugiato.

La zuppa va servita subito finché è ancora calda. C’è anche una versione in cui le polpette vengono aggiunte alla zuppa.

Ingredienti per 6 persone

  • 1 pollo ruspante
  • cipolla, carota, sedano e un paio di pomodorini
  • 500 g di carne magra di primo taglio
  • 150 g di mollica di pane raffermo
  • 3 uova, prezzemolo
  • 30 g di parmigiano
  • 1/2 spicchio d’aglio tritato
  • Mezzo bichciere di succo di limon e
  • un cucchiaio di farina
  • Pinoli

Preparazione

Preparare un buon brodo di pollo, rigorosamente ruspante o cappone, con cipolla, sedano, carote e qualche pomodorino.
Schiumare il brodo un paio di volte durante la cottura, se preferite un brodo più leggero.
Preparare delle piccole polpettine di vitello con 500g di carne magra di primo taglio 150g di Mollica di pane raffermo, 3 uova, prezzemolo, 30g di parmigiano, 1/2 spicchio d’aglio tritato.
Rimuovere i fili del cardo con l’aiuto di un coltello e mettere i gambi sfilati in un recipiente con del succo di limone e un cucchiaio di farina
sciacquare e sbollentarli in acqua per circa 20/30 minuti.
Nel brodo precedentemente filtrato e in ebollizione mettere il cardo precedentemente sbollentato, le polpettine di vitello, una manciata di pinoli.
Dopo circa 5 minuti le polpettine saranno cotte.
A questo punto spegnere il fuoco e inserire parte della carne di pollo ottenuta dal brodo tagliata in piccoli pezzi e a filo 3 uova sbattute con parmigiano mischiando velocemente formando una stracciatella.
Fate riposare due minuti e servite calda

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise

Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Cavatelli della vigilia di Natale

Prima di tutto mi lavo le mani con acqua calda e sapone. Lavo accuratamente il lavello e ogni superficie che entra in contatto con il cibo. Con le mani lavate prelevo piatti, bicchieri, coltelli, etc. direttamente dalla lavastoviglie. Ogni sera passo una spruzzata di detergente igienizzante sulle superfici della cucina.

Ingredienti e preparazione

  • In una casseruola verso un cucchiaio di olio e faccio soffriggere 1 cipolla tagliata e 150 g di polpa di pomodori, aggiungo un mestolo di acqua di cottura, 40 g di olive nere e 100 g di baccalà
  • Dopo 7 minuti aggiungo 30 g di uva sultanina, un altro mestolo di acqua di cottura e lascio sul fuoco per altri 5 minuti.
  • Aggiusto di sale e unisco nel sugo spento un fico secco
  • In una padella verso il restante olio e faccio soffriggere 120 g di mollica di pane, quando è tostata aggiungo 45 g di gherigli di noci, 25 g di mandorle e 25 g di pinoli tritati.
  • Faccio bollire 450 g di cavatelli in una pentola di acqua salata, una volta cotta la faccio saltare con la mollica di pane e la frutta secca
  • Verso nel piatto di portata e condisco con il sugo di baccalà,25 g di uva sultanina e 1 fico secco.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Melanzane ripiene(chiene)ricetta antica Calabrese

Ingredienti per 4 persone 800 g di melanzane senza semi 150 g di pane raffermo 80 g di grana grattugiato 300 g di carne macinata mista vitello-maiale 120 g di provola o caciocavallo 1 l di passata di pomodoro 40 g di burro 2 uova olio extravergine d’oliva basilico aglio sale zucchero Per prima cosa […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Anguilla e cicoria ricetta per la vigilia di Natale

Ingredienti e preparazione

Prima di tutto mi lavo le mani con acqua calda e sapone. Lavo accuratamente il lavello e ogni superficie che entra in contatto con il cibo. Con le mani lavate prelevo piatti, bicchieri, coltelli, etc. direttamente dalla lavastoviglie. Ogni sera passo una spruzzata di detergente igienizzante sulle superfici della cucina.

Preparo 900 g di cicoria alla cottura e, una volta pronta,la verso in acqua bollente e salata con la fiamma al massimo per il solo tempo necessario a far riprendere bollore e poi la scolo.

La lascio a bagno per qualche ora e, nel frattempo, taglio a rondelle 4 anguille spellate.

Quando manca poco alla preparazione, in una pentola preparo una base aromatica con olio, 2 spicchi di aglio schiacciato e peperoncino a piacere, ci metto a cuocere 450 g di pomodorini divisi a metà per 6 minuti, aggiungendo il basilico solo al termine della cottura.

Rimuovo i pezzi d’aglio e aggiungo alla pentola in cottura le anguille.

Quando sono quasi cotte, unisco la cicoria per terminare gli ultimi minuti di cottura, regolando di sale ed eventualmente aggiungendo dell’acqua se il si addensa troppo.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Coniglio (Cunigghiu) alla stimpirata cucina siciliana antica

Questo nome evocativo si potrebbe tradurre in italiano con “in agrodolce”, una modalità antica e semplice con la quale le famiglie contadine preparavano il coniglio nell’entroterra siciliano, quando praticamente in ogni casa c’erano animali da cortile di piccola taglia. Con la minor diffusione di questi piccolissimi allevamenti familiari si sono perse allo stesso tempo molte ricette come questa.

Gelatina di maiale ricetta antica molisana

Ingredienti per 4 persone 1 musetto 2 piedini di maiale 2 orecchie di maiale 2 cucchiai di aceto di vino bianco 2 cucchiai di vino cotto 50 g di cioccolato fondente tritato al coltello la scorza di 1 arancia 50 g di pinoli olio sale Mettere a bollire in una pignatta orecchie, piedi e muso […]

Capitone natalizio all’alloro ricetta molisana

Ingredienti per 4 persone 1 capitone da circa 1 kg il succo di 4 limoni 3 cucchiai di olio 3 spicchi d’aglio foglie d’alloro Spellare il capitone. Fare un’incisione intorno al collo, quindi con l’aiuto di un telo da cucina tirate la pelle fino alla coda. Eviscerare, lavare bene e tagliare il capitone a pezzi […]

Capracotta La Pezzata (prima domenica di agosto)

l vivido legame tra Capracotta e la sua tradizione pastorale rivive nella “Pezzata”, sagra dell’agnello alla brace e della pecora bollita con erbe aromatiche, attualmente una delle più importanti manifestazioni che animano l’estate molisana e che si tiene annualmente la prima domenica di agosto nella splendida cornice del pianoro di Prato Gentile richiamando migliaia di […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Zuppa di baccalà della vigilia di Natale

Ingredienti e preparazione

In una casseruola metto a soffriggere 5 cucchiai di olio 4 spicchi d’aglio e 2 peperoncini piccanti fino a quando saranno dorati.

A questo punto unite 500 g di baccalà e lo lascio rosolare per dieci minuti, bagnandolo con mezzo bicchiere vino bianco.

Aggiungo mezzo bicchiere di conserva di pomodoro diluita in 1 l scarso di acqua e lasciate cuocere per non più di mezz’ora.

Aggiungo il sale a piacere.

Servo a tavola con fette di pane casereccio abbrustolito e strofinato con aglio.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Pancotto e fagioli dell’antica trattoria Italia paese mio

Ingredienti per 4 persone: 250 g di pane raffermo 200 g di passata di pomodoro 250 g di fagioli già cotti 1 costa di sedano 3 cucchiai di olio extravergine di oliva 1 piccola cipolla 2 spicchi di aglio sale Nella prima fase prendere una pentola larga e bassa, soffriggere gli spicchi di aglio nell’olio […]

Zuppa di fave molisana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 1 L DI ACQUA 500 G DI FAVE 300 G DI COTICHE DI MAIALE 2 CIPOLLE 100 G DI LARDO O DI PANCETTA 1 CUCCHIAIO DI CONSERVA DI POMODORO 1 PEPERONCINO PICCANTE E SALE Mettete a bagno le fave secche almeno un giorno e una notte prima di cucinarle. Ponetele in una […]

Zuppa di fagioli e patate ricetta invernale

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 300 G DI FAGIOLI 2 PATATE UN CIUFFO DI BASILICO UN CIUFFO DI PREZZEMOLO 2 FOGLIE DI ALLORO 1 RAMETTO DI TIMO 50 G DI BURRO CROSTINI DI PANE SALE E PEPE Mettete a bagno i fagioli nell’acqua la sera precedente. Fateli lessare in quella stessa acqua, unendovi anche le patate sbucciate […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Calzoni fritti ripieni di ceci

Ingredienti e preparazione per 12 calzoni

In una pentola unisco tutti gli ingredienti del ripieno:200 g ceci lessati e passati al passato verdure,100 g mosto cotto,1 cucchiaino di cacao,un pizzicco di cannella,1 cucchiaino di caffè macinato, li mescolo con un cucchiaio di legno a freddo, quindi accendo il fuoco e li lascio cuocere a fuoco basso per 10 minuti, lasciandoli poi raffreddare.

Preparo l’impasto sulla spianatoia formando una fontana con 250 g di farina e, inserisco uno alla volta gli altri ingredienti all’interno di essa,50 g di olio di oliva,50 ml di vino,50 ml di acqua,20 g di zucchero mescolando in modo da incorporare la farina dall’esterno verso l’interno.

Quando tutti gli ingredienti sono uniti,li lavoro fino a ottenere un impasto omogeneo e liscio.

Stendo con il matterello l’impasto, ritaglio dei cerchi con un bicchiere, sistemo sopra ognuno di essi mezzo cucchiaio di ripieno e poi chiudo formando delle mezzelune , dei piccoli calzoni.

Chiudo le estremità con i rebbi di una forchetta.

Una volta finito, scaldo 1 litro di olio di oliva e ci friggo i calzoni poco per volta, girandogli a metà cottura e scolandoli, una volta dorati, su carta assorbente.

Questo particolare tipo di pizza si caratterizza per la sua forma semicircolare, ottenuta piegando a metà una pizza a grandezza naturale. Originario della Napoli del XVIII secolo, calzone significa letteralmente gamba di pantalone, riferendosi al fatto che lo scopo originale del calzone era quello di essere una pizza che può essere consumata camminando o in piedi.

In genere, i calzoni sono ripieni di carne come salame o prosciutto e formaggi come mozzarella, ricotta, parmigiano e pecorino, mentre i calzoni fritti con mozzarella e pomodoro sono una specialità della regione italiana della Puglia e sono noti come panzerotti.

Negli Stati Uniti e nel resto del mondo, i calzoni hanno guadagnato popolarità dopo essere stati il ​​tema centrale di un episodio del programma televisivo di successo Seinfeld nel 1996.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

La mia ricetta di Cavatelli e fagioli

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 150 G DI CAVATELLI FRESCHI 300 G DI CAROTE UN GAMBO DI SEDANO 300 G DI FAGIOLI 1 CIPOLLA 2 PATATE 1 DADO 100 G DI LARDO 8 CUCCHIAI DI OLIO 2 POMODORI FRESCHI O PELATI SALE E PEPE Pelate le carote, togliete le foglie dal sedano, lavate e tagliate a […]

Spaghetti al pomodoro fresco ricetta originale della fattoria molisana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 4 POMODORI DA INSALATA MATURI E SODI 1/2 BICCHIERE DI OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 2-3 SPICCHI D’AGLIO 100 G DI PECORINO GRATTUGIATO UN CIUFFO DI PREZZEMOLO 400 G DI SPAGHETTI SALE E PEPE Lavate il pomodoro e tagliatelo a cubetti, senza spellarlo, unitelo a un trito di aglio e prezzemolo e […]

Fiera del tartufo nero San Pietro Avellana

a San Pietro Avellana in provincia di Isernia, si terrà la 30° Edizione della Fiera del tartufo Nero, che identifica una delle più pregiate risorse gastronomiche molisane e impreziosisce di gusto le tavole di tutta Italia. Selezionati espositori di tartufo nero pregiato imbandiranno di profumi e sapori gli stand di San Pietro Avellana, che come […]

Termoli Palio di San Timoteo

Il Santo Patrono di Termoli (Campobasso) torna il Palio di San Timoteo con quatto rioni partecipanti, rievocazioni e giochi medievali. Un torneo medievale che si terrà il 4 e il 5 maggio  presso il borgo antico di Termoli, precisamente piazza Duomo, e vedrà gareggiare le associazioni locali come rappresentanti dei quattro Rioni del Borgo. L’intento della manifestazione è tornare al XIII secolo e rendere omaggio al santo compatrono, le cui reliquie sono custodite dall’anno 1239, quando il vescovo Stefano le ha nascoste nella cripta della Cattedrale. Al rione vincitore l’onore di portare il Palio […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Pastiera napoletana

Ingredienti e preparazione

Preparo la pasta frolla dolce e la lascio riposare in luogo fresco.

Preparo il ripieno: in una casseruola faccio cuocere mescolando 200 g di frumento precotto con 2 dl di latte, la scorza grattugiata di mezzo limone e 30 g di burro per 10 minuti.

Mescolo a 500 g di ricotta 50 g di zucchero, la scorza grattugiata del mezzo limone rimasto, un pizzico di Cannella e uno di sale;la lavoro a lungo fino a ottenere una crema cui aggiungo 50 g di cedro candito e 50 g di arancia candita, tritata non troppo finemente.

Unisco i tuorli di quattro uova,con la di crema di frumento e in ultimo tre albumi montati a neve.

Stendo 2/3 della pasta frolla a uno spessore di circa 5 mm e fodero una tortiera Unta e infarinata.

Verso l’impasto, abbasso i bordi verso l’interno e, con la pasta lasciata da parte, formo delle listarelle larghe circa 5 mm che dispongo sulla torta a mo’ di grata e che spennello con l’uovo rimanente sbattuto.

Faccio cuocere in forno moderatamente caldo per circa 1 ora; servite almeno 24 ore dopo la cottura, spolverando con 60 g di zucchero a velo.

La delicata crosta burrosa di questa classica crostata napoletana racchiude un ricco ripieno di bacche di grano cotte, ricotta e crema pasticcera, arricchita con scorza d’arancia candita e aromatizzata con acqua di fiori d’arancio. La Pastiera è tradizionalmente apprezzata per la Pasqua, anche se si dice che le sue origini risalgano all’epoca pagana.

Secondo una leggenda, per celebrare il ritorno della primavera, le sacerdotesse di Pompei avrebbero preparato pasticcini di grano simili come offerta per Cerere, la dea romana dell’agricoltura, dei raccolti di grano e della fertilità. Tuttavia, la pastiera che conosciamo oggi ha avuto origine nei conventi di Napoli.

Era considerato un simbolo di risurrezione, rinascita e nuova vita, tradizionalmente preparato tra il Giovedì Santo e la vigilia di Pasqua, una pratica che continua fino ad oggi.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Fichi secchi (Ficura secc., Fic. sic)

Area di produzioneIntero territorio regionale.Caratteristiche del prodottoLe piante hanno un notevole sviluppo,prediligono clima caldo e terreno sciolto.I frutti, a forma di pera, hanno colorediverso a seconda le varietà (verde, bian-co, nero); contengono numerosissimiacheni avvolti in una polpa zuccherina,dolcissima.Metodiche di lavorazioneI frutti raccolti a maturazione completa,sani, privi di ammaccature, vengono essic-cati, ponendoli su grate ben distanziati […]

ORIGANO (P’liere, Recn, Rect, Rinie)

Area di produzioneZona del Matese. Caratteristiche del prodottoÈ pianta perenne con rizoma strisciante,fusto eretto, ramoso, peloso, alto 20-70cm; foglie ovali ed oblunghe, arrotondateed attenuate alla base, picciolate, glabre opelose; fiori riuniti in infiorescenza a pan-nocchia o corimbo.Fiorisce da giugno a settembre.L’origano è una pianta che cresce sponta-nea nelle sterpaglie e nelle boscaglie. Sipuò coltivare in […]

PAPAROLESSE (Peperoni sottaceto)

rea di produzioneParticolarmente a Riccia (CB) e nell’AltoMolise ma anche nell’intero territorioregionale.Caratteristiche del prodottoLa forma dipende dal tipo di peperoniutilizzati, la consistenza è più molle perl’assorbimento dell’aceto.Metodiche di lavorazioneLe materie prime sono: peperoni di colo-re rosso o verde, aceto di vino bianco orosso. I peperoni locali vengono messiinteri in anfore di terracotta o in baratto-li […]

Presepe vivente Montenero Di Bisaccia

Splendido lo scenario naturale nelle grotte arenarie tra corsi d’acqua, cascate, laghi artificiali e tanti animali per la gioia dei più piccoli.  Il visitatore viene rapito dalla suggestione del luogo fuori dal centro abitato in un percorso obbligato di circa un chilometro illuminato da tante torce e immerso nel verde naturale.  Oltre 200 tra figuranti […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Cardi o cardone la ricetta per Natale

Ingredienti per 4 persone

Lavo 500 g di foglie di cardo: dal cespo principale scarto le foglie esterne più dure, scelgo quelle interne più tenere e chiare e le privo delle foglioline, dei filamenti (utilizzando un pelapatate o un coltello con la punta ricurva) e anche della pellicina che le ricopre;le taglio a pezzettini e le tengo in ammollo nell’acqua fredda (con aggiunta di cubetti di ghiaccio), leggermente acidulata con un cucchiaio di aceto di vino bianco oppure il succo di mezzo limone per ogni litro di acqua. A questo punto li lesso in acqua già bollente e salata, al dente,le scolo. Nel frattempo metto a bollire un brodo di mezza gallina ruspante e 300 g di carne di tacchino (preferibilmente il coscio di tacchino ruspante) spezzettandoli grossolanamente, insieme a 2 coste di sedano, 1 cipolla e una carota, aggiungo il sale ma non troppo e porto a ebollizione partendo dall’acqua fredda (tecnica corretta per ottenere un buon brodo più che un buon bollito). Facoltativamente si può aggiungere la noce moscata direttamente nel brodo. Lascio bollire il brodo per 2 ore, se l’acqua diminuisce troppo durante la cottura aggiungerne un mestolo alla volta in modo da tenere coperta la carne in tutte le fasi di cottura. Quando la carne sarà cotta, filtro il brodo, utilizzando anche una garza per renderlo più pulito, poi rimetto il brodo nella pentola e lo riporto a ebollizione. Intanto preparare un impasto con le 2 uova sbattute e 100 g di formaggio grattugiato.ricopro di cardi e li faccio cuocere nel brodo bollente per circa un quarto d’ora. A cottura ultimata distribuisco nei piatti dei pezzetti di lesso, il brodo di carne e i cardi.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Roccavivara Santa Maria di Canneto

La chiesa giunta ai nostri giorni risale ai secoli XI-XII, ha pianta a croce latina, con tre absidi. La facciata non ha elementi decorativi rilevanti, se non un bassorilievo sulla lunetta del portale. Nei muri esterni della chiesa sono inserite lapidi e varie iscrizioni di epoca romana e medievale, mentre, sulla destra, si leva una […]

Festa dell’Uva (seconda domenica di settembre)Riccia cb Molise

La Sagra dell’Uva di Riccia ha origini negli inizi degli anni trenta, a testimonianza dell’impegno e del sacrificio di molti riccesi che, grazie ad essa, hanno raccontato di questa piacevole terra e della sua gente. Riccia è infatti l’unico borgo del Molise che ancora conserva intatta la suggestiva tradizione della Festa dell’Uva, organizzata nel passato […]

Frosolone Sagra del baccala’e peperuol, sfilata dei carri

La tradizionale sfilata dei Carri allegorici, seguita dalla sagra “d’ru’ baccalà e d’r’p’peruol”, con la quale i frosolonesi, gente di orgogliosa origine montanara vocata alle scienze del sapere, alle produzioni artistiche e di qualità, agli scambi commerciali, risiedendo in un angolo suggestivo della Regione Molise, fulcro di antichi snodi viari, ci riporta al tempo in cui una miriade […]

Marmellata di castagne

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 2 KG DI CASTAGNE 1 KG DI ZUCCHERO ESSENZA DI VANIGLIA Incidete le castagne, mettetele in una casseruola e copritele d’acqua. Fatele bollire per 10 minuti. Sbucciatele e fatele bollire per altri 40 minuti fino a che saranno diventate tenere. Passatele al frullatore. Pesate il passato di castagne e preparate un’uguale quantità […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.