Fichi secchi (Ficura secc., Fic. sic)

Area di produzione
Intero territorio regionale.
Caratteristiche del prodotto
Le piante hanno un notevole sviluppo,
prediligono clima caldo e terreno sciolto.
I frutti, a forma di pera, hanno colore
diverso a seconda le varietĆ  (verde, bian-
co, nero); contengono numerosissimi
acheni avvolti in una polpa zuccherina,
dolcissima.
Metodiche di lavorazione
I frutti raccolti a maturazione completa,
sani, privi di ammaccature, vengono essic-
cati, ponendoli su grate ben distanziati tra
loro, per permettere una buona circola-
zione dellā€™aria; poi vengono posti al sole

allā€™aria aperta, per lā€™intera giornata aven-
do cura la sera di riportarli al chiuso in
modo da evitare che possano assorbire
lā€™umiditĆ  della notte. La fase di essiccazio-
ne puĆ² variare da un mese a due mesi;
successivamente vengono passati nel
forno per completarne lā€™essiccazione.
I fichi possono anche essere farciti, met-
tendo al loro interno mandorle tostate,
noci o cioccolato. I frutti cosƬ pronti pos-
sono essere conservati infilandoli uno ad
uno con del filo di cotone e formando
una collana oppure vengono infilzati con
dei bastoncini di legno formando una
grata triangolare oppure, ancora, messi in
barattoli di vetro e quindi conservati per
tutto lā€™anno in un luogo asciutto. Possono
essere utilizzati per la preparazione di
dolci e decotti.
Materiali e attrezzature per la prepa-
razione
Grate di canne ā€œspaselleā€ oppure di
olmo, ago, filo di cotone, bastoncini di
legno.

Budino di fichi

Tempo di cottura: 8 minuti
Tempo di preparazione: 20 minuti
Vino consigliato:
Porzioni: Per 4 persone:
Ingredienti: 400 gr di fichi maturi
Ā½ litro di latte
4 tuorli
1 cucchiaio di farina
250 ml di panna fresca
scorza di 1 limone
1 cucchiaio di zucchero (meglio utilizzare zucchero a velo)

Preparazione: Cuocere per 8 minuti, mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi , il latte, lo zucchero, la scorza di limone, i tuorli, la farina e la vanillina. Togliere dal fuoco, fare raffreddare e togliere la scorza del limone. Montare la panna e riporre in frigo. Pelare e tagliare i fichi a metĆ , disporli sul fondo di uno stampo giĆ  inumidito, per evitare che il composto si attacchi. Aggiungere la panna alla crema e mescola dolcemente; versare il composto nello stampo (sopra i fichi), e mettere in frigo per almeno 4 ore. Una volta tolto dal frigo, estrarre il budino dallo stampo, capovolgendolo su un piatto di portata, e decorare a piacimento.

  • Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

    SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone

    INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sottā€™olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio dā€™aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro scarso di brodo di pollo, anche di dado- 1/4 di litro di panna- 2 cucchiai di olio dā€™oliva- parmigiano grattugiato- sale

    PREPARAZIONEā€¢ Fate appassire cipolla e aglio nellā€™olio, unite i pelati insieme al loro liquido e cuocete per 5 minuti. Scolate e fate a pezzetti i carciofi; uniteli al composto di prima insieme ai capperi e cuocete ancora per 5 minuti. Aggiungete origano, basilico, prezzemolo e brodo. Portate a ebollizione e fate bollire per 5 minuti. Unite la panna e cuocete a fuoco basso per 15 minuti o fino a quando la salsa non sarĆ  un poā€™ addensata.ā€¢ Lessate i capellini al dente e scolateli. Mescolate con la salsa, cospargete di parmigiano grattugiato e portate a tavola.

  • Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

    SpaghettiĀ eĀ gamberettiĀ 400Ā gĀ diĀ spaghetti,Ā 250Ā gĀ diĀ gamberetti,Ā 1Ā pomodoroĀ maturo,Ā 1Ā spicchioĀ d’aglio,Ā 1Ā bicchierinoĀ diĀ brandy,Ā qualcheĀ fogliaĀ diĀ basilico,Ā olioĀ extravergineĀ d’oliva,Ā sale,Ā pepe.Ā LavateĀ iĀ gamberettiĀ eĀ lessateliĀ perĀ 5Ā minutiĀ inĀ acquaĀ bollente.Ā SbollentateĀ ilĀ pomodoroĀ eĀ pelatelo,Ā quindiĀ tagliateloĀ aĀ pezzi.Ā 

    IritateĀ finementeĀ l’aglioĀ sbucciatoĀ eĀ sminuzzateĀ ilĀ basilico;Ā fateĀ imbiondireĀ l’aĀ glioĀ inĀ unĀ tegameĀ conĀ unĀ po’Ā d’olio,Ā quindiĀ innaffiateloĀ conĀ ilĀ brandyĀ primaĀ diĀ aggiungereĀ ilĀ pomodoro,Ā ilĀ basilico,Ā unaĀ presaĀ diĀ saleĀ eĀ unĀ pizzicoĀ diĀ pepe.Ā 

    LasciateĀ cuocereĀ aĀ fuocoĀ moderatoĀ eĀ quandoĀ ilĀ sugoĀ cominciaĀ adĀ addensarsiĀ uniteĀ iĀ gamberetti,Ā proseguendoĀ laĀ cotturaĀ perĀ altriĀ 4-5Ā minuti.Ā 

    LessateĀ gliĀ spaghettiĀ inĀ abbondanteĀ acquaĀ salata,Ā scolateliĀ alĀ denteĀ eĀ versateliĀ nelĀ tegameĀ delĀ condimento;Ā rimestateĀ conĀ unĀ cucchiaioĀ diĀ legnoĀ aĀ fuocoĀ vivaĀ ce,Ā quindiĀ serviteĀ inĀ tavola.

  • Minestra con le zucchine ricetta con le uova a metĆ  tra antipasto e primo piatto

    Ingredienti per 4 persone

    4 zucchine

    4 pomodori

    2 cipolle

    100 ml di latte

    4 uova

    150 g di caciocavallo

    olio extravergine dā€™oliva

    sale

    Mondare e asciugare bene le zucchine, quindi tagliarle a dadini. In una padella soffriggere in olio le cipolle precedentemente tagliate alla julienne, quindi aggiungere le zucchine, i pomodori incisi e il sale, e lasciar cuocere le verdure coperte a fuoco basso. A cottura terminata aggiungere il latte; nel frattempo sbattere le uova con un poā€™ di sale e il caciocavallo precedentemente grattugiato. Versare sulle zucchine e i pomodori e mescolare fino a quando le uova non si rapprendono.

  • Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

    Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi dā€™aglio Ā½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragĆ¹: mettere in un tegame lā€™olio con gli spicchi dā€™aglio schiacciati. Unire lā€™agnello tagliato a pezzetti da spezzatino. Aggiungere sale e pepe e, una volta rosolato bene, sfumare con il vino. Aggiungere i pomodori a pezzi, il prezzemolo tritato e, se necessario, aggiungere acqua per raggiungere una consistenza cremosa e non troppo solida. Lasciar cuocere a fuoco basso. Pulire i cardi, tagliarli a pezzi e lessarli al dente. Condire i cardi con il pecorino grattugiato, pepe e il sugo dellā€™agnello. Sistemare i cardi in un tegame alto; aggiungere anche i pezzetti di carne. Far cuocere per qualche minuto, aggiungere le uova sbattute con il formaggio, prezzemolo tritato e pepe. Mescolare fino a quando le uova non cominceranno a rapprendersi per poi servire subito.

  • Melanzane ripiene(chiene)ricetta antica Calabrese

    Ingredienti per 4 persone

    800 g di melanzane senza semi

    150 g di pane raffermo

    80 g di grana grattugiato

    300 g di carne macinata mista vitello-maiale

    120 g di provola o caciocavallo

    1 l di passata di pomodoro

    40 g di burro

    2 uova

    olio extravergine dā€™oliva

    basilico aglio sale zucchero

    Per prima cosa tagliare a metĆ  le melanzane, sbollentarle 3 minuti e lasciarle raffreddare; una volta tiepide, con un cucchiaio svuotarle per circa la metĆ  del loro peso e tritare la loro polpa estratta con un coltello. In due padelle diverse saltare in una la polpa tritata delle melanzane, aggiustando di sale e soffriggendola con dellā€™olio, e nellā€™altra il macinato misto con il burro, a fuoco molto vivo, lasciando dorare bene la carne e perdere tutta la sua acqua. In un terzo pentolino preparare la salsa con il pomodoro, una punta di zucchero (facoltativa, se il pomodoro risulta acido) e il basilico che deve essere abbondante e sminuzzato con le mani; aggiustare di sale e aggiungere un bicchiere dā€™acqua, lasciando prendere bollore e mantenerlo per 5 minuti. Nel frattempo preparare anche gli altri ingredienti: tritare la provola e privare il pane della crosta, bagnarlo in acqua o latte, strizzarlo sbriciolandolo. Mescolare poi il pane con il grana, le uova, la provola, la polpa delle melanzane e la carne, una volta rosolata e persa la sua acqua, completando con ulteriore basilico tritato; mescolare benissimo il tutto, assaggiare e regolare di sale se necessario. In ogni barchetta di melanzana aggiungere un cucchiaio di salsa e mezzo cucchiaio di grana grattugiato, riempire con il composto preparato e sistemarle in una pirofila dove possono stare non troppo larghe, completando con la salsa precedente posta sul fondo della teglia, uno spicchio dā€™aglio schiacciato e ancora basilico. Infornare a 200 Ā°C per 40 minuti, finchĆ© in superficie si sarĆ  formata una bella crosta dorata e la salsa sarĆ  ristretta.