Crostata Savoiarda 🇨🇵

ingredienti

  1. 1 Pasticcino
  2. 600 gr patate
  3. 3 scalogno
  4. 200 g Bacon
  5. 1 reblochon
  6. 20 cl panna fresca leggera
  7. 2 tuorli d’uovo
  8. Sale pepe

Mettere le patate lavate a cuocere in una pentola di acqua salata per 30 min.
Devono essere teneri nel cuore. Lasciate raffreddare

Stendete la pasta e fatela cuocere per 10 minuti a 180 gradi.

Pelate e tagliate gli scalogni e fateli rosolare in padella con un filo d’olio.

Aggiungere la pancetta e continuare la cottura per qualche minuto. Pepe.
Lasciate raffreddare.

Mescolare la panna con 2 tuorli d’uovo poi lo scalogno e la pancetta.
Mescolare bene.

Pelare e tagliare le patate a strisce larghe. Guarnire l’interno con metà delle patate poi la guarnizione, l’altra metà delle patate e il reblochon tagliato a listarelle.

Infornare per 45 minuti a 180 ° C. Servite subito.

La pastiera napoletana-La delicata crosta burrosa di questa classica crostata napoletana racchiude un ricco ripieno di bacche di grano cotte, ricotta e crema pasticcera, arricchita con scorza d’arancia candita e aromatizzata con acqua di fiori d’arancio. La Pastiera è tradizionalmente apprezzata per la Pasqua, anche se si dice che le sue origini risalgano all’epoca pagana.

La delicata crosta burrosa di questa classica crostata napoletana racchiude un ricco ripieno di bacche di grano cotte, ricotta e crema pasticcera, arricchita con scorza d’arancia candita e aromatizzata con acqua di fiori d’arancio. La Pastiera è tradizionalmente apprezzata per la Pasqua, anche se si dice che le sue origini risalgano all’epoca pagana.

Secondo una leggenda, per celebrare il ritorno della primavera, le sacerdotesse di Pompei preparavano simili pasticcini di grano come offerta per Cerere, la dea romana dell’agricoltura, dei raccolti di grano e della fertilità. Tuttavia, la pastiera che conosciamo oggi ha avuto origine nei conventi di Napoli.

Era considerato un simbolo di risurrezione, rinascita e nuova vita, tradizionalmente preparato tra il Giovedì Santo e la Vigilia di Pasqua, una pratica che continua fino ad oggi.

Ingredienti

 12 porzioni

  1. Per la frolla:
  2. 500 g farina
  3. 250 g zucchero a velo
  4. Buccia grattugiata di limone
  5. 125 g burro
  6. 4 uova
  7. Sale
  8. Per il ripieno:
  9. 300 g ricotta di pecora
  10. 230 g zucchero a velo
  11. 310 g grano cotto
  12. 180 ml latte
  13. 130 g crema pasticcera
  14. Aroma fiori di arancio
  15. Cannella
  16. Vaniglia
  17. Buccia di limone e arancia
  18. Frutta candita, facoltativa
  19. 3 uova

Passaggi

  1. Questo dolce va preparato in due step,il primo giorno, prepariamo pasta frolla, ricotta,e grano,il secondo giorno assembliamo e Cuociamo la pastiera, procediamo con la preparazione della pasta frolla,disponiamo a fontana la farina con lo zucchero a velo,un pizzico di sale, buccia di limone,il burro morbido e le uova, impastiamo ottenendo un panetto liscio che lasceremo riposare tutta notte in frigo, avvolto da pellicola
  2. Setacciamo la ricotta di pecora con lo zucchero a velo, mescoliamo per bene e ritiriamo in frigo tutta notte, Cuociamo il grano precotto con il latte,fin quando non sarà tutto evaporato, lasciamo raffreddare e ritiriamo anche questa preparazione in frigo,tutta notte
  3. Il giorno seguente, tiriamo la sfoglia di frolla,alta 4/5 mm,disponiamo in uno stampo, per crostate,assembliamo il ripieno, mescolando in una grossa bol,il grano precedentemente cotto,la ricotta setacciata con lo zucchero a velo,la crema pasticcera, cannella, vaniglia, buccia di limone e arancia, acqua di fiori di arancio,se piace aggiungiamo anche i canditi,amalgamiamo con le uova, ottenendo un profumato impasto omogeneo, disponiamo nella teglia con la frolla
  4. Decoriamo con strisce di frolla incrociate,e inforniamo a 180 gradi per circa 60 minuti, sforniamo, facciamo raffreddare,spolverizzano con zucchero a velo e serviamo in tavola

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Pasta e fagioli con le cozze dell’antica trattoria del Molise

Ingredienti per 4 persone: 450 g di fagioli borlotti ditalini n. 47 3 patate 1 kg di cozze ½ cipolla aglio un bicchiere di olio extravergine di oliva prezzemolo peperoncino sale In una pentola con 2 litri d’acqua e un pugno scarso di sale, mettere “a crudo” i fagioli borlotti (surgelati o messi a bagno da […]

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Crostata di ricotta e cacao-Paese mio Montelongo

Crostata di ricotta e cacao preparata da Antonella

Ho voglia di mangiare una bella crostata con mio marito e i 3 miei figli,vado a vedere che ho nel frigo (ho la ricotta) e nella dispensa Farina,uova,burro,zucchero e limone,lievito per dolci,ricotta,cacao amaro,cognac e pinoli non mi mancano quindi posso iniziare.Menomale che ho tutto!!!Non mi va di andare al supermercato con il covid 19 e un pericolo.Preparo questa crostata sperando che mi viene buona e squisita mio figlio Vincenzo di 12 anni la vuole provare!!!

Prima di tutto mi lavo le mani con acqua calda e sapone. Lavo accuratamente il lavello e ogni superficie che entra in contatto con il cibo. Con le mani lavate prelevo piatti, bicchieri, coltelli, etc. direttamente dalla lavastoviglie. Ogni sera passo una spruzzata di detergente igienizzante sulle superfici della cucina.

Incomincio a preparare ore 11

In una terrina mescolo 250 g farina con 2 uova, 5 cucchiai di zucchero, 100 g di burro fuso ma non caldo,mezza bustina di lievito e un po’ di scorza di limone grattugiata.

Amalgamo bene e stendo la pasta in una teglia accuratamente unta di burro.

Preparo poi la farcitura, unendo a 500 g di ricotta 3 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di cacao amaro,1 uovo e un po’ di Cognac.

Lavoro con cura l’impasto, in modo da ottenere una crema morbida che poi : spalmo sulla pasta.

Decoro con i pinoli e faccio dei righi con una forchetta in superficie.

Metto nel forno caldo e lascio cuocere per 30 minuti.

Ho sfornato la crostata alle ore 12:15

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Melanzane ripiene(chiene)ricetta antica Calabrese

Ingredienti per 4 persone 800 g di melanzane senza semi 150 g di pane raffermo 80 g di grana grattugiato 300 g di carne macinata mista vitello-maiale 120 g di provola o caciocavallo 1 l di passata di pomodoro 40 g di burro 2 uova olio extravergine d’oliva basilico aglio sale zucchero Per prima cosa […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.