ZEPPOLE

Area di produzione
Intero territorio regionale.

Caratteristiche del prodotto
Dolce tondeggiante del diametro di circa

Metodiche di lavorazione
Le materie prime sono: farina, zucchero,
uova, burro o sugna, latte, sale, lievito di
birra, scorza di limone, olio di semi.
Per la farcitura si usa la crema pasticcera.
Porre sul fuoco in una casseruola il latte,
il burro (o la sugna) già parzialmente
ammorbidito ed il sale fino; setacciare la
farina e quando il latte è prossimo al bol-
lore ed il burro si sarà completamente
sciolto, togliere il recipiente dal fuoco ed
aggiungervi la farina tutta in una volta.
Con un cucchiaio di legno mescolare
bene quindi porre di nuovo la casseruola
sul fuoco e continuando ad agitare bene
l’impasto, far cuocere fino a che la pasta
tende a staccarsi dalle pareti del recipien-
te.
Si lascia raffreddare, si aggiungono le uova
e si amalgama bene il tutto insieme con la
buccia di limone grattuggiata, lo zucchero
ed il lievito.
L’impasto così ottenuto viene fatto “ripo-
sare” per circa 12 ore.
Con la siringa si preleva la pasta che

viene posta a friggere in olio bollente.
Al termine della cottura le zeppole ven-
gono spolverate di zucchero e cannella o
farcite con crema pasticcera.
La cottura può avvenire anche al forno.
Il periodo di produzione è tutto l’anno
ed in modo particolare in occasione del
19 marzo (S. Giuseppe) e del Carnevale.

Materiali e attrezzature per la prepa-
razione
Spianatoia, siringa da pasticcere in rame
stagnato, mestolo di legno, padella per
friggere.