SOFFIO (Sc’ usc’)

Area di produzione
Venafro (IS) e Pozzilli (IS).

Caratteristiche del prodotto
È una ciambella rustica che viene consu-
mata preferibilmente appena preparata e
quindi calda e da questo deriva il nome

Sc’usc’ (soffia).
Metodiche di lavorazione
Per la sua produzione vengono utilizzati i
seguenti ingredienti: farina di grano tene-
ro, lievito di pane, olio extra vergine,
rosmarino, acqua e sale. In alcune varian-
ti, si aggiunge vino bianco e buccia di
arancia. Si fa bollire in acqua un rametto
di rosmarino con buccia di arancio per 5
minuti circa. L’infuso si cola e si versa in
un recipiente dove c’è la farina. Si aggiun-
ge, mescolando, sale, vino bianco, lievito.
Alla fine l’impasto deve avere una ridotta
consistenza. Il tutto si mette a lievitare (la
consistenza della pasta deve raddoppia-
re) e, a lievitazione avvenuta, si prende un
pugno di pasta alla volta formando con le
mani la tipica ciambellina che viene sof-
fritta in olio extra vergine di oliva.
La ciambellina dorata è successivamente
tolta dall’olio con un forchettone e
messa a scolare in un recipiente.
Materiali e attrezzature per la prepa-
razione
Tavoliere di legno, mesa in legno, padella
(fressòra), forchettone.