TESTINA DI AGNELLO O CAPRETTO

La testa dell’animale divisa a metà e cotta al forno, viene mangiata come secondo piatto in molte zone del Molise. Per prepararle si mettono le teste dell’animale a bagno per un giorno, cambiando l’acqua ogni 3 o 4 ore, in modo da pulirle dai residui di sangue. Una volta pulite si fanno sgocciolare e si coprono di olio d’oliva, mollica di pane raffermo, aglio e prezzemolo. Si cosparge la teglia con un mix di acqua e olio e si inforna per un paio di ore.

Area di produzione
Intero territorio regionale.

Caratteristiche del prodotto
Testine di agnello o capretto divise a
metà.
Metodiche di lavorazione
Si mettono a bagno le testine per 24 ore
avendo cura di cambiare spesso l’acqua
fino alla scomparsa delle tracce di san-
gue; indi, fatte sgocciolare bene e dispo-
ste in una teglia, vengono cosparse con
sale ed olio. Vengono quindi ricoperte
con un impasto di mollica di pane, aglio e
prezzemolo finemente tritato. La teglia,
dopo aver cosparso il tutto con una
miscela di acqua ed olio, viene infornata.
Il tempo di cottura è di circa 2 ore