Termoli San Basso (3-4 agosto) / Incendio del Castello (15 agosto) / Sagra del Pesce (agosto)

Nel mese di agosto, tra le tante manifestazioni programmate per lo svolgimento dell’estate termolese, spicca la ricorrenza dei solenni festeggiamenti in onore del Patrono San Basso. Nel corso delle celebrazioni che si svolgono nei due giorni dedicati al protettore della città di Termoli, 3 e 4 agosto, il momento più suggestivo è quello della processione nel mare; la statua del Santo, sistemato sul peschereccio prescelto dalla sorte, riccamente addobbato, viene portata in mare accompagnata dalla flotta degli altri pescherecci carichi di fedeli e da numerosi motoscafi. L’itinerario in mare si svolge tra la spiaggia di Rio Vivo e quella di S. Antonio.

L’Incendio del Castello  a Termoli è un affascinante evento della tradizione che si svolge la notte del 15 Agosto di ogni anno.

La città rivive attraverso rappresentazioni particolari e molto suggestive, uno degli eventi più importanti e allo stesso tempo più tragici della sua storia. L’Incendio del Castello è una vera e propria esplosione di luci e fuochi pirotecnici che circondano il Castello Svevo e le mura antiche di una spettacolare aura luminosa.

Questa tradizionale celebrazione ricorda l’evento storico del 1566, l’assalto da parte delle truppe ottomane guidate da Pialj Pascià. Il Castello fu assediato e incendiato, anche se una coraggiosa resistenza da parte della popolazione riuscì a contrastare l’invasione nemica.

L’Incendio del Castello è una rappresentazione storico-popolare che attira ogni anno moltissimi visitatori, assorti con il naso all’insù verso il cielo per godersi il famoso gioco di luci.

Una particolare sfilata di giovani locali in abiti saraceni precede un vero e proprio spettacolo per tutti, grandi e piccini. In serata, alcune Paranze provenienti dal mare e dirette alle mura del Borgo Antico, approdano sulle rive termolesi. Da qui si rievoca l’assalto degli invasori con suggestivi combattimenti e si dà inizio all’incendio.

Inoltre la rappresentazione è arricchita da bancarelle, spettacoli musicali organizzati sul lungomare e street food. Una manifestazione sicuramente da non perdere.

“Sagra del Pesce”
che chiude le grandi feste dell’estate termolese.
Decine di persone saranno impegnate a friggere gli oltre 10 quintali di pesce appositamente pescati in questa settimana dai due motopescherecci autorizzati a uscire per mare perchè tutti gli altri sono ancorati alla banchina causa il “fermo pesca”. Al costo di 5 euro sarà possibile acquistare il vassoio con la frittura mista che prevede treije, seccetelle, zanchette e merlezzitte.
A mezzanotte poi, i tradizionali fuochi pirotecnici con migliaia di persone affacciate al muraglione che costeggia la strada che conduce al porto.