Cannoli alla siciliana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

PER I CANNOLI:

150 G DI FARINA

1 CUCCHIAINO DI CAFFÈ IN POLVERE

1 CUCCHIAINO DI CACAO AMARO

1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO

UN PIZZICO DI SALE

20 G DI STRUTTO (O BURRO)

4 CUCCHIAI DI OLIO DI MANDORLA

1 BICCHIERINO DI MARSALA

1 ALBUME D’UOVO

OLIO PER FRIGGERE

PER IL RIPIENO:

300 G DI RICOTTA FRESCHISSIMA

100 G DI ZUCCHERO

ACQUA DI FIORI D’ARANCIO

30 G DI ZUCCA CANDITA TAGLIATA A PEZZETTI

10 G DI BUCCIA D’ARANCIA CANDITA A PEZZETTI

50 G DI CIOCCOLATO FONDENTE TAGLIATO A PEZZETTI

UN PIZZICO DI CANNELLA

ZUCCHERO A VELO

Setacciate la farina sulla spianatoia; mettetevi al centro lo strutto (o il burro) a fiocchetti, il sale, lo zucchero, il cacao e il caffè. Impastate aggiungendo tanto Marsala fino a ottenere un impasto piuttosto sodo, lavorate la pasta finché sarà liscia ed elastica, fatene una palla, avvolgetela in un foglio di carta oleata e fatela riposare per mezz’ora al fresco. Trascorso questo tempo, riprendete la pasta e stendetela con il matterello, formando una sfoglia di 2-3 millimetri di spessore. Ritagliate quindi tanti dischi del diametro di circa 8-10 millimetri. Allungate con le mani i dischi di pasta facendo loro assumere la forma ovale. Ungete con un poco di olio gli stampi per i cannoli (che si trovano nei negozi di prodotti per la casa) e avvolgetevi gli ovali di pasta, sigillandoli con un poco di albume d’uovo. Fateli friggere in

abbondante olio, e toglieteli quando la sfoglia che li ricopre avrà assunto un bel colore dorato, quindi scolateli sopra un foglio di carta da cucina per assorbire l’unto in eccesso. Quando i cannoli saranno tiepidi, sfilateli delicatamente dagli stampi.Preparate adesso il ripieno: amalgamate bene la ricotta lavorandola con una forchetta, aggiungete qualche goccia di acqua di fiori d’arancio, lo zucchero e lavorate l’impasto molto a lungo con un frullatore a immersione. Incorporate all’impasto tutti gli altri ingredienti, mescolate bene per amalgamarli e mettetelo in frigorifero per 30 minuti circa.

Servendovi di una tasca per dolci, riempite i cannoli con la crema preparata poco prima di servirli, quindi spolverizzateli con lo zucchero a velo.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Melanzane ripiene(chiene)ricetta antica Calabrese

Ingredienti per 4 persone 800 g di melanzane senza semi 150 g di pane raffermo 80 g di grana grattugiato 300 g di carne macinata mista vitello-maiale 120 g di provola o caciocavallo 1 l di passata di pomodoro 40 g di burro 2 uova olio extravergine d’oliva basilico aglio sale zucchero Per prima cosa […]

Ecco la ricetta del parrozzo

Ingredienti per 6 persone:
300 gr. di cioccolato fondente,
150 gr. di farina di mandorle,
130 gr. di albume d’uovo,
80 gr. di tuorlo d’uovo,
80 gr. di zucchero,
60 gr. di burro chiarificato,
75 gr. di semolino di riso,
50 gr. di fecola di patate.
Per decorare:
q. b. di cioccolato gianduja.
Preparazione:
Per la preparazione del parrozzo iniziate setacciando la farina e la fecola. In una ciotola montate l’albume con lo zucchero, poi unite il tuorlo d’uovo. Mescolate il tutto e lavorate fino ad ottenere una montata sufficientemente leggera. Ora aiutatevi con una spatola per integrare il burro, la farina e il semolino, ponendo la massima attenzione a non smontare il composto. Versate il tutto in uno stampo di zuccotto unto di burro e cosparso di semolino. Infine cuocete per circa 40 minuti a 170 gradi.

Terminata la cottura, estraete il dolce e fatelo intiepidire, poi rimuovetelo delicatamente dallo stampo. Ora sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria e utilizzatelo per ricoprire il dolce, quasi fosse una glassa. In questa fase il parrozzo va posizionato su una gratella. Infine trasferite il parrozzo su un vassoio e guarnite con i riccioli di cioccolato gianduja.

Coniglio (Cunigghiu) alla stimpirata cucina siciliana antica

Questo nome evocativo si potrebbe tradurre in italiano con “in agrodolce”, una modalità antica e semplice con la quale le famiglie contadine preparavano il coniglio nell’entroterra siciliano, quando praticamente in ogni casa c’erano animali da cortile di piccola taglia. Con la minor diffusione di questi piccolissimi allevamenti familiari si sono perse allo stesso tempo molte ricette come questa.

Gelatina di maiale ricetta antica molisana

Ingredienti per 4 persone 1 musetto 2 piedini di maiale 2 orecchie di maiale 2 cucchiai di aceto di vino bianco 2 cucchiai di vino cotto 50 g di cioccolato fondente tritato al coltello la scorza di 1 arancia 50 g di pinoli olio sale Mettere a bollire in una pignatta orecchie, piedi e muso […]

Capitone natalizio all’alloro ricetta molisana

Ingredienti per 4 persone 1 capitone da circa 1 kg il succo di 4 limoni 3 cucchiai di olio 3 spicchi d’aglio foglie d’alloro Spellare il capitone. Fare un’incisione intorno al collo, quindi con l’aiuto di un telo da cucina tirate la pelle fino alla coda. Eviscerare, lavare bene e tagliare il capitone a pezzi […]