Gli scaldatelli, detti anche scaldatelle o scallatìll ‘, sono un prodotto agricolo tradizionale della provincia pugliese di Foggia. Simili ai taralli, ma di dimensioni maggiori, sono fatti con farina, olio extravergine di oliva, vino, sale e semi di finocchio.🇮🇹

Gli scaldatelli, detti anche scaldatelle o scallatìll ‘, sono un prodotto agricolo tradizionale della provincia pugliese di Foggia. Simili ai taralli, ma di dimensioni maggiori, sono fatti con farina, olio extravergine di oliva, vino, sale e semi di finocchio.

A volte sono inoltre aromatizzati con peperoncino, pepe nero o olive nere. Una volta formati, gli scaldatelli vengono cotti brevemente nell’acqua bollente, quindi cotti in forno fino a quando la loro crosta diventa dorata e croccante. Si gustano al meglio da soli, come antipasto o spuntino leggero, ma possono anche essere abbinati a formaggi e salumi.

INGREDIENTI PER 8 PERSONE

  • Farina 00 1 kg
  • Olio extra vergine di oliva 300 ml
  • Vino bianco secco 200 ml
  • Sale 1 cucchiaino
  • Bicarbonato 1 cucchiaino
  • Semi di finocchio 80 g
  • Pepe Quanto basta
  1. Sul piano di lavoro disponete la farina a fontanella; stemperate leggermente il vino e scioglieteci il sale, aggiungetelo alla farina insieme all’olio e iniziate ad impastare.
  2. Aggiungete il bicarbonato, i semi di finocchio e una macinata di pepe, lavorate l’impasto fino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico e lasciate riposare per 30 minuti coprendolo con pellicola.
  3. Riprendete l’impasto e iniziate a formare i taralli prendendo piccoli pezzi di pasta, allungateli con le mani a cordoncini lunghi circa 4 centimetri e richiudeteli a ciambellina schiacciando le estremità per sigillare. Continuate fino a terminare l’impasto
  4. Portate a bollore abbondante acqua salata in una pentola capiente e iniziate a cuocere pochi taralli per volta fin quando salgono a galla.
  5. Scolateli con l’aiuto di un mestolo forato e disponeteli ad asciugare e raffreddare su un canovaccio.
  6. Accendete il forno a 220° C, disponete i taralli su una teglia con carta forno e infornate per 20 minuti circa, fin quando diventano dorati.

Togliete i taralli dal forno, lasciate raffreddare e gustate.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...