Le seppie ripiene, spesso sostituite con i calamari più piccoli e più disponibili, sono un piatto tradizionale italiano le cui origini sono rivendicate da molte regioni italiane, tra cui Liguria, Campania, Puglia e Sicilia. A seguito di questo, sono state create molte ricette regionali che utilizzano una diversa combinazione di ingredienti per creare vari ripieni saporiti.

Le seppie ripiene, spesso sostituite con i calamari più piccoli e più disponibili, sono un piatto tradizionale italiano le cui origini sono rivendicate da molte regioni italiane, tra cui Liguria, Campania, Puglia e Sicilia. A seguito di questo, sono state create molte ricette regionali che utilizzano una diversa combinazione di ingredienti per creare vari ripieni saporiti.

Tuttavia, tutti utilizzano classici italiani e mediterranei come varie erbe, aglio, prosciutto, capperi, pinoli e ricotta, parmigiano o pecorino. Una volta farcite, le seppie vengono solitamente saltate in padella, grigliate o al forno e terminate con l’aggiunta di vino bianco.

La prima ricetta scritta per questo classico si trova nel De re coquinaria, un’antica raccolta di ricette romane raccolta intorno al IV e V secolo.

Ingredienti

  1. 10 seppie medie
  2. 4 uova
  3. 100 gr pecorino romano
  4. 3 fette pan carrè
  5. Prezzemolo
  6. Aglio
  7. Sale e pepe
  8. Olio evo

Passaggi

  1. Lavare le seppie che devono essere freschissime e lasciarle scolare
  2. Preparare la farcia con uova, formaggio, pan carrè sbriciolato, prezzemolo e aglio tritato finemente. Il composto non dovrà risultare né troppo molle e né troppo duro (se eventualmente dovesse essere troppo morbido, aggiungere un po di pangrattato)
  3. Riempire la pancia delle seppie con il composto ottenuto
  4. In una teglia da forno disporre sul fondo olio, pepe (in grani è più scenografico) e prezzemolo. Disporre le seppie e spolverarle con del formaggio e olio
  5. Informare a 180° per circa un’oretta
  6. Impiattare disponendo sul fondo qualche cucchiata di sughetto che si sarà formato e buon appetito!

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...