L’erbazzone Questa torta salata ha le sue origini nella provincia di Reggio Emilia, dove è stata inventata come un piatto umile e rustico, utilizzando ingredienti che erano in abbondanza. Consiste in un ripieno, tradizionalmente preparato con varie verdure come spinaci, bietole, porri o erbe diverse, che è racchiuso tra due strati di pasta a base di strutto.

Questa torta salata ha le sue origini nella provincia di Reggio Emilia, dove è stata inventata come un piatto umile e rustico, utilizzando ingredienti che erano in abbondanza. Consiste in un ripieno, tradizionalmente preparato con varie verdure come spinaci, bietole, porri o erbe diverse, che è racchiuso tra due strati di pasta a base di strutto.

Pancetta, Parmigiano Reggiano, prosciutto e aglio spesso completano le verdure e, prima di infornare, la torta viene tradizionalmente spalmata di strutto. L’Erbazzone è gustato come spuntino leggero o come antipasto ed è ottimo abbinato al Lambrusco, un altro dei preferiti di Reggio Emilia.

Ingredienti

  1. Per la pasta
  2. 350 g farina 00
  3. 50 g strutto
  4. q.b Acqua tiepida
  5. sale e pepe nero
  6. Per il ripieno
  7. 100 g pancetta tritata finemente (facoltativo per vegetariani)
  8. 1/2 spicchio d’aglio
  9. 3-4 cipollotti di piccole dimensioni con il gambo
  10. 500 g bietole lessate e strizzate
  11. 500 g spinaci lessati
  12. 100 g parmigiano reggiano

Per la pasta lavorate tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto liscio. Fate una palla e lasciatela riposare in frigorifero avvolta in pellicola per alimenti

Per il ripieno rosolate due terzi della pancetta con l’aglio, i cipollotti e i loro gambi tritati

Aggiungete le bietole e gli spinaci e lasciate cuocere fino a che l’acqua in eccesso non sarà completamente evaporata. Regolate di sale e pepe

Solo quando il ripieno sarà intiepidito, aggiungete il formaggio grattugiato e mescolate

Dividete la pasta in due parti uguali e stendetele molto sottili. Accomodatene metà in una teglia da forno ben unta, distribuite il ripieno e ricoprite con l’altra metà della sfoglia sigillando bene i bordi

Infornate a 200°C per 30 minuti. Qualche minuto prima del termine, cospargete la superficie con il resto della pancetta tritata e rimettete in forno

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Spaghetti e gamberetti

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...