Il sanguinaccio

Proveniente dai tempi in cui gli animali venivano macellati in modo autentico dal muso alla coda senza che un boccone andasse sprecato, il sanguinaccio è emerso come un dolce speciale che utilizza quei pezzi cattivi ma gustosi: questo budino dolce italiano è fatto con sangue di maiale fresco , crema pasticcera al latte e cioccolato fondente agrodolce fuso.

Per una versione più ricca, il budino è spesso aromatizzato con cannella e chiodi di garofano o scorza di limone, e talvolta costellato di uvetta, mandorle tostate, pinoli e frutta candita, mentre in alcune regioni viene cucinato con l’aggiunta di riso. A Napoli e nel resto dell’Italia meridionale, il sanguinaccio è tradizionalmente preparato durante il periodo di carnevale, e gustato con croccanti nastri di pasta fritti chiamati chiacchiere, una versione italiana delle ali d’angelo, ma può anche essere servito con biscotti da inzuppare, sia quelli duri , biscotti croccanti o teneri savoiardi italiani.

Ingredienti ½ l di sangue di maiale

500 g di zucchero

1 l di latte

½ l d’acqua

300 g di cacao

100 g di farina di semola

cannella

vermouth bianco

liquore Strega

Filtro il sangue di maiale dell’animale appena ucciso con un velo di garza molto fitto, anche più volte e lo mescolo con l’acqua. Nel frattempo preparao una crema di cioccolato mescolando la farina, il cacao e lo zucchero e diluendo questi ingredienti nel latte già caldo a fiamma bassa, girando con la frusta delicatamente finché tutto sarà sciolto, senza arrivare a far bollire questo composto. Appena sarà intiepidito, aggiungo il sangue e continuo a mescolare finché la miscela avrà la consistenza di una crema classica. Per la buona riuscita di questo dolce è fondamentale non allontanarsi mai dal preparato: è necessario girare continuamente per evitare la formazione di grumi. Quando la consistenza è raggiunta, aromatizzare con i due liquori in quantità a piacere, la cannella; lasciar raffreddare per poi servire.

A proposito di noi

Benvenuti in Paese mio Molise-Montelongo (Cb)-Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@paesemiomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Spaghetti e gamberetti del pescatore molisano

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...