Mortadella Bologna

Strettamente legata alla tradizione dell’allevamento suino dell’Emilia-Romagna, le origini della mortadella possono essere fatte risalire all’antica Bologna, ovvero la città etrusca di Felsina e le zone circostanti ricche di boschi di querce che fornivano gustose ghiande e tuberi suini locali, sia selvatici che domestici.

Come suggerisce il nome completo, la generosa città di Bologna, soprannominata La Grassa (che significa quella grassa), è la patria di questo famoso salume, sebbene la sua produzione avvenga in tutta la parte centro-settentrionale dell’Italia (le regioni dell’Emilia-Romagna , Piemonte, Lombardia, Veneto, Trento, Marche, Lazio e Toscana).

È fatto con carne di maiale che viene prima macinata e poi schiacciata in una pasta, usando un mortaio grande, da cui il nome mortadella. In alternativa, alcune fonti scritte affermano che il nome derivi da un’antica parola romana per mirto, che era usata per condire al posto del pepe.

Oltre alla carne, la mortadella è tradizionalmente costellata di lardelli, cubetti di grasso provenienti dalla gola del maiale, e infine condita con pepe e coriandolo. La mortadella deve essere cotta per diverse ore a bassa temperatura con bassa umidità. Se conservato bene, si conserva fino a otto mesi.

Per esaltare il suo sapore ricco, la mortadella Bologna è meglio servire a temperatura ambiente, tagliata a fette sottili oa cubetti.

A PROPOSITO DI NOI

Benvenuti in Mangiare con gusto-Taste and Events Blog personale !

Siamo i coniugi Blanco Michele Antonio e Colombo Antonella, siamo appassionati del gusto e prodotti tipici per hobby e amiamo il nostro paese molisano Montelongo in provincia di Campobasso. Dall’inizio del 2020 scriviamo qui regolarmente sul nostro blog di ricette e prodotti italiani e molisani e eventi feste e sagre

Per il nostro amore per i prodotti tipici, abbiamo scoperto molte altre specialità italiane. Per noi il cibo significa piacere e passione. Su questo blog abbiamo ora una ricca raccolta di ricette, che viene costantemente ampliata.E che vale la pena cucinare!

Se hai suggerimenti, domande, elogi o critiche, siamo felici di essere contattati 

direzione@blancomicheleantoniomontelongo.com

ULTIMI ARTICOLI

Spaghetti con i carciofi del contadino molisano

SPAGHETTI CON CARCIOFIper 6 persone INGREDIENTI- 500 g di capellini- 1 barattolo da 250 g di carciofi sott’olio- 500 g di pomodori pelati- 3 cucchiai di capperi- 2 cucchiai di cipolla tritata- 1 spicchio d’aglio tritato- 1 cucchiaino di origano tritato- 1 cucchiaino di basilico tritato- 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato- 1/4 di litro […]

Spaghetti e gamberetti

Spaghetti e gamberetti 400 g di spaghetti, 250 g di gamberetti, 1 pomodoro maturo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchierino di brandy, qualche foglia di basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe. Lavate i gamberetti e lessateli per 5 minuti in acqua bollente. Sbollentate il pomodoro e pelatelo, quindi tagliatelo a pezzi.  Iritate finemente l’aglio sbucciato e sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’a glio in un tegame con un po’ d’olio, quindi innaffiatelo con il brandy prima di aggiungere il pomodoro, il basilico, una presa di sale e un pizzico di pepe.  Lasciate cuocere a fuoco moderato e quando il sugo comincia ad addensarsi unite i gamberetti, proseguendo la cottura per altri 4-5 minuti.  Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nel tegame del condimento; rimestate con un cucchiaio di legno a fuoco viva ce, quindi servite in tavola.

Cardi agnello e uova ricetta antica molisana e pugliese

Ingredienti 500 g di polpa di spalla (o coscio di agnello) 1,5 kg di cardi 200 g di pomodori 5 uova 1 bicchiere di vino bianco prezzemolo 3 spicchi d’aglio ½ bicchiere di olio 100 g di pecorino sale pepe Preparazione del ragù: mettere in un tegame l’olio con gli spicchi d’aglio schiacciati. Unire l’agnello […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...